Feeds:
Comments

RACCOLTA FONDI AISM!

Il 12 e il 13 ottobre, in piazza ad Edolo, c’e’ stata anche quest’anno la consueta  vendita delle mele il cui ricavato andrà come sempre all’AISM (ASS. ITALIANA SCLEROSI MULTIPLA).

Grazie di cuore a tutti, perché, come al solito, siamo rimasti senza mele,segno che la gente ha anche quest’anno partecipato in massa, alla colletta.

Il ricavato lo abbiamo consegnato nelle mani del nostro socio Stefano TROTTI ,  che a sua volta provvederà a consegnarlo a chi di dovere, per essere utilizzato, per la ricerca.

Da quando è stato colpito dalla malattia, il nostro Stefano, chiede sempre, l’aiuto dei suoi amici Fanti, per queste iniziative; e noi prontamente, rispondiamo al suo appello!

Di nuovo, grazie a tutti.

La sezione del FANTE di Edolo è stata fondata nel 1987 ed è formata tutt’ora da circa 40 associati di Edolo e dei comuni limitrofi, soprattutto, Sonico. Il suo attuale Presidente, è l’instancabile serg.LUCIANO FEDERICI, cl. 1940.

Siamo ancora sprovvisti di una sede dove ritrovarci, ma siamo in attesa di una risposta, che speriamo positiva, entro breve tempo, dal comune di Edolo.

Viva i Fanti!

 

RADUNO A ROMANO DI LOMBARDIA

FANTI DI EDOLO E SELLERO

PREGHIERA DEL FANTE

 

 

Signore IDDIO che hai voluta distinta in molti popoli l’umana famiglia  da Te creata e redenta,

guarda benigno a noi Fanti che abbiamo lasciato le nostre case per servire in armi l’Italia.

 

 

Aiutaci o Signore, affinchè forti della Tua fede affrontiamo fatiche in generosa fraternita’

d’intenti, offrendo alla Patria la nostra pronta obbedienza ed il nostro sereno sacrificio.

 

 

Fa che sentiamo, ogni giorno, nella voce del dovere che ci guida, l’eco della Tua voce;

fa che i Fanti d’Italia siano d’esempio a tutti i cittadini,  nella fedeltà ai Tuoi comandamenti ed alla Tua chiesa, nell’osservanza delle Patrie Leggi, nella consapevole disciplina verso l’Autorità costituita.

 

 

Concedi all’Italia nostra che, rispettata ed amata nel mondo, meriti la protezione Tua e la Materna custodia di Maria anche in virtu’ della concordia operosa dei Suoi figli.

                                              

                                                  AMEN

Preghiera per i Caduti

 

 

Signore Gesù,

ti preghiamo per i nostri Militari,

caduti nell’adempimento del loro dovere

nei cieli, in terra, sui mari.

 

Per il loro supremo sacrificio,

per la fede, la speranza e l’amore,

che li animarono nel servire la Patria,

dona a loro la vita eterna,

a noi il conforto,

all’Italia a al mondo la prosperità e la pace.

 

Fa’, o Signore della vita,

che il nostro Popolo accolga il loro esempio,

e sia sempre degno del loro sacrificio,

nella fedeltà delle nobili tradizioni,

e nell’amore ai valori umani e cristiani

della nostra storia.

 

Amen

FOTO CAMPO MILITARE DI CARPEGNA (PS) 1984

Mottinelli Adolfo davanti all’obice d’artiglieria camapale, 155/23.

                    CERIMONIA O MANIFESTAZIONE

 

Alzabandiera.

Normalmente ogni cerimonia ha inizio con l’Alzabandiera.

Ci sarà un responsabile della cerimonia che individuerà una persona incaricata dell’Alzabandiera al quale verranno date istruzioni in merito.

All’inizio della cerimonia il Responsabile darà il comando : “Alzabandiera”;

la tromba  (della fanfara se presente), eseguirà i TRE squilli d’attenti, seguiti (se presente la fanfara) dall’INNO NAZIONALE, durante il quale l’addetto inizierà l’innalzamento della bandiera.

Tutti i presenti dovrannno accompagnare l’INNO con il canto, sull’Attenti!

S. messa.

Durante l’ingresso in chiesa per la celebrazione della s.messa, tutti dovranno togliere il copricapo, ad eccezione di chi accompagna il feretro durante un funerale, o dei lettori, o di chi eventualmente serve messa e degli alfieri, che seguiranno la funzione in piedi, per tutto il tempo.

Durante la preghiera, (dell’ Alpino, del Fante, dei Caduti ecc.),  recitata, previo accordo col celebrante, dopo la S.Eucarestia, tutti si rimetteranno in testa il copricapo, e ascolteranno sull’attenti la proclamazione!